Chi sono

Social
iloveglutefree

Ciao mi chiamo Marilena, sono napoletana amo il mare, il sole e la pizza. Adoro viaggiare e cucinare. Mi sono avvicinata al mondo senza glutine, da quando, circa 10 anni fa, fu diagnosticata la celiachia ad uno dei miei figli.

Da allora con amore e dedizione sperimento ricette sempre più gustose. Dopo una preparazione di base professionale, mi diletto in soluzioni sempre nuove.

L’amore per un figlio è un sentimento immenso, non esistono parole al mondo che possano definirlo. La voglia e il desiderio di non fargli mancare quella merendina del compagno di banco durante l’intervallo a scuola oppure quante volte l’ho osservato di nascosto ad una festa di compleanno, con il viso un po’ perplesso nel momento più emozionante ed atteso: il taglio della torta!! Quella delizia tanto attesa da grandi e piccini un celiaco non potrà mai condividerla con i suoi amici.

Purtroppo il CELIACO ha tutto da parte e soprattutto etichettato con la nomenclatura “senza glutine” ; ricordo a tal proposito che nella mensa scolastica distribuivano dei formaggini in un contenitore di plastica distinto dalle altre confezioni con una squallida etichetta “CELIACO”. Adesso la scatolina con la scritta la conservo ancora nel cucito, contiene bottoni ed aghi, così per”neutralizzare” la diversità.

Eh sì!! L’impresa più difficile per una mamma è quello di non far gravare psicologicamente questa alternativa alimentare, ma piuttosto accettarla piano piano.

È veramente difficile far metabolizzare tutto ciò ad un bambino in tenera età. Ma a tutto c’è una soluzione: nella mia difficoltà ho condiviso con lui cibo senza glutine per fargli capire che è normale e che non era l’unico a mangiare così!!

All’inizio sembra un lavoro difficile e inutile, ma non mollate: in tutto ciò che fate non dimenticate pazienza e amore!!!!

Da sempre il cibo è condivisione soprattutto quando si parla di eventi e festività. Cucinare, preparare torte o semplicemente dei deliziosi biscotti è un modo per prendersi cura degli altri, è un modo di amare.

Da qui nasce il nome di questo mio blog: dall’amore che una mamma prova verso un figlio. E allora come potevo non chiamarlo “I love gluten free”?